Il Volto Santo: miracoli nel Borgo Marinari

Un'edicola votiva con il Volto Santo nel Borgo Marinari di Napoli

Il Volto Santo: miracoli nel Borgo Marinari

Ero con un amico e passeggiavo. Osservare e scoprire nuove edicole votive ormai è un’abitudine che guida il mio sguardo.

Ricordavo di aver già visto e fotografato nel Borgo Marinari una grande nicchia con la Madonna Immacolata.

La novità è stata lui: un Volto Santo – e miracoloso per giunta – nel muro di una palazzina che fa da scenografia di apertura al passeggio lungo il muraglione del Castel dell’Ovo.
Mi sono avvicinato con meraviglia e fremente curiosità. Eccolo, un bel profilo di Gesù, una stampa protetta da vetro e incorniciata dal neon azzurro (di quelli che la sera ti regala un effetto da discoteca). La struttura architettonica dell’edicola è in marmo industriale, con tetto a spiovente e croce celtica entrambi aggettanti rispetto al filo della parete; la sportellina che custodisce la sacra raffigurazione è di legno. Noto anche alcuni margheritoni colorati che fanno compagnia al Sacro Profilo.

edicola votiva con Volto Santo di Gesù nel Borgo Marinari di Napoli

 

dedicazione dell'edicola votiva del Volto Santo al Borgo Marinati di Napoli

Questo altarino mi ha ricordato quelle piccole urne cimiteriali pulite e ben curate. Ci deve essere qualcuno, qui nel Borgo Marinari, che se ne prende amorevole attenzione, forse un condomino del civico 3. Ne sarà ne felice la memoria di Rimonti Carmela, come recita l’incisione sul marmo. È lei che ha voluto tutto questo.
La mia immaginazione è volata subito in una storia senza risposte: la devozione di una donna del popolo, la sua preghiera per ottenere una grazia, e la grazia ricevuta. Anzi il miracolo, un vero miracolo, perché così è scritto, poco più sotto, su una base di calcare incastrata nel muro, ma nascosta dalle foglie di un’agave.

C’è però qualcosa che non mi torna: edicola e scritta sono separate, la fattezza del materiale è diverso. Questo tempietto forse sostituisce una versione più recente di un Volto di Gesù più antico? L’immagine di Gesù miracoloso tanto lodata sarà andata persa, distrutta, o chissà cosa altro? Era forse collocata a un’altezza diversa? O sono due parti della stessa scena?

A fare compagnia al Volto Santo, sul muro, ci sono un contatore dell’energia elettrica – che sembra quasi entrare in competizione con la stessa edicola sacra -, la modanatura del palazzo stuccata in grigio, un paio di sfiatatoi di aerazione e tutta la mia insaziata curiosità sulla storia di questa devozione.

scritta: Miracolosa immagine di Gesù

 

L’edicola a colori:

 

 

Soggetto: Volto Santo di Gesù

Località: Passeggio Castel dell’Ovo, civico 3

Dedicatum: A devozione di Rimonti Carmela 1956/Miracolosa immagine di Gesù

Data dello scatto: luglio 2017

Guarda su Google Maps!

Giovanni Postiglione

Storyteller e narratore dei luoghi. Mi entusiasmo davanti a un'epigrafe non ci penso due volte a introdurmi nei vicoli per scoprire nuove storie della mia Napoli. Sono un conservatore dei beni culturali e un ricercatore. Mi occupo di scrittura e correzione di bozze. L'altra metà del mio cervello è tutta immersa nel web. Potrò mai diventare un cyborg umanista digitale?

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterLinkedInPinterestGoogle Plus